Area Soci | Bilancio Sociale

EVENTI

Diritti negli occhi, la campagna contro il caporalato che ha tra i protagonisti la Medihospes

Diritti negli occhi, la campagna contro il caporalato che ha tra i protagonisti la Medihospes

Anche la cooperativa sociale Medihospes ha preso parte all’incontro di lunedì 17 ottobre al Pala Cultura di Messina, promosso dall’Ufficio Speciale Immigrazione e co-organizzato dal Comune di Messina sul contrasto al caporalato in agricoltura.

A presentare la campagna regionale di informazione e sensibilizzazione contro lo sfruttamento dei lavoratori stranieri in agricoltura “Diritti negli occhi” è stata Michela Bongiorno, dirigente dell’Ufficio Speciale Immigrazione. A nome della cooperativa Medihospes è poi intervenuto Giuseppe Silvestro che si è soffermato sull’importanza del progetto Su.Pr.Eme. Italia sviluppato tramite il Polo Sociale Integrato di Messina dalla cooperativa sociale stessa e dal Comune: l’iniziativa favorisce l’inserimento sociale, lavorativo e culturale dei cittadini stranieri attraverso una equipe multi disciplinare che eroga servizi presso un Polo fisso e un Polo mobile operante su tutto il territorio provinciale. A dimostrazione della rete e delle collaborazioni attivate dal progetto, erano presenti all’evento Sindaci, Amministratori ed Assistenti Sociali da oltre 40 Comuni della Città Metropolitana di Messina.

Si è discusso inoltre dell’attuazione della legge regionale per l’accoglienza e l’inclusione e del progetto Prisma, seguito da un approfondimento sui temi dell’inclusione, della tratta e dell’istruzione. Insieme ai sindacati (Flai CGIL e Anolf-CISL), enti del terzo settore (Migrantes), associazioni datoriali e la Comunità Islamica, si è parlato del rispetto del lavoro e dei diritti dei migranti impegnati nei campi e del contrasto al caporalato.

Un approccio partecipativo per favorire i processi di sensibilizzazione alle tematiche delicate a cui Su.Pr.Eme. Italia rivolge l’attenzione: il rispetto del lavoro e dei diritti dei migranti impegnati nei campi e il contrasto ad ogni forma di illegalità.

Su.Pr.Eme. è finanziato dai fondi AMIF- Emergency Funds della Commissione Europea – DG Migration and Home Affairs. Il partenariato è guidato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali – Direzione Generale Immigrazione (Lead partner) coadiuvato dalla Regione Puglia (Coordinating Partner) insieme alle Regioni Basilicata, Calabria, Campania e Sicilia e l’Ispettorato Nazionale del Lavoro, l’Organizzazione Internazionale per le Migrazioni e Nova consorzio nazionale.