EVENTI

Medihospes, “Dopo di noi”: da residenza della camorra ad albergo sociale. La rinascita di villa Perrone

Medihospes, “Dopo di noi”: da residenza della camorra ad albergo sociale. La rinascita di villa Perrone

Ci sarà anche la Medihospes fra le cooperative che per i prossimi sette anni avranno in gestione a Quarto la villa confiscata a Roberto Perrone, braccio destro del boss della camorra Giuseppe Polverino. Sarà gradualmente trasformata in albergo sociale, “Albergo Diverso”, per giovani disabili nell’ambito del “Dopo di noi”. Ci sarà spazio per alloggi, laboratori, terapie da destinare anche a chi ha perso i propri genitori.

Due i piani di intervento: si inizierà con il Ptir (Piano terapeutico individuale riabilitativo) che sosterrà i giovani in laboratori, terapie e uso degli alloggi per favorirne poi l’inclusione nel mondo del lavoro. In un secondo momento la villa sarà predisposta per l’accoglienza diffusa.

Sul Corriere del Mezzogiorno e sul quotidiano online Cronaca Flegrea è possibile approfondire la notizia (https://www.cronacaflegrea.it/quarto-camorra-la-villa-di-perrone-consegnata-alle-associazioni-giorno-storico/)

RASSEGNA STAMPA
Corriere del Mezzogiorno
Cronaca Flegrea